Vai al contenuto
Annunci

L’ex Fiorin: “Piccinocchi giocatore di qualità”

Andiamo a conoscere meglio il centrocampista Mario Piccinocchi che, insieme a Davide Petrucci e l’attaccante Jovan Djermanovic, è uno dei nuovi tasselli a cui sta pensando il Direttore Sportivo Antonio Tesoro per l’Ascoli targato Paolo Zanetti.

Piccinocchi è nato a Milano il 21 febbraio 1995 è cresciuto nel settore giovanile del Milan prima di passare nelle ultime quattro stagioni al Lugano militante nella Super League Svizzera.

A Milano ha fatto tutta la trafila con i colori rossoneri fino ad arrivare in Primavera dove ha collezionato 55 presenze con 4 gol con Aldo Dolcetti, Filippo Inzaghi e Christian Brocchi come mister. A Lugano è arrivato nel 2015 dopo una brevissima parentesi a Vicenza. In Svizzera è sceso in campo 115 volte con la maglia bianconera del Lugano con all’attivo 3 reti, 12 assist e 4 presenze in Europa League nella stagione 2017/18. Lo scorso campionato ha chiuso con 17 presenze aiutando il Lugano ad arrivare al terzo posto in classifica. Nella sua avventura svizzera ha incrociato Zdenek Zeman, Paolo Tramezzani e Walter Samuel come mister ed è stato compagno di squadra di Lorenzo Rosseti (11 presenze e 4 gol nella stagione 2016/17). Per lui anche 13 presenze nelle nazionali giovanili tra Under 17, 18 e 19.

La scorsa estate il suo nome è stato più volte accostato al Bologna su richiesta specifica di mister Pippo Inzaghi.

Ma che tipo di giocatore è Piccinocchi? Per farci spiegare le sue caratteristiche abbiamo sentito uno che lo conosce bene. Mister Fulvio Fiorin era il coordinatore tecnico del settore giovanile del Milan ai tempi in cui Piccinocchi indossava la casacca rossonera.

Piccinocchi è un giocatore di qualità, un centrocampista che da il meglio di se da mediano davanti la difesa, se la cava bene come mezzala e, per le sue caratteristiche, può giocare anche dietro le punte. Un ragazzo intelligente, un professionista che ha come doti principali la qualità tecnica e la capacità di scelta. Ho sempre pensato che prima o poi sarebbe arrivato in una società di livello e l’Ascoli lo è. Potrà dare sicuramente una grande mano anche perchè unisce il tutto con una corsa instancabile.
Ha lasciato un ottimo ricordo al Milan e so che anche Inzaghi lo apprezza molto. Gli auguro tutto il bene possibile e di riuscire ad entrare nei cuori della tifoserie bianconera
“.

Luca Sidis Gabrielli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: